Seguici su

Online il report di sintesi su occupazione e disoccupazione in Emilia-Romagna, relativo al 2° trimestre 2019

In Emilia-Romagna continua la crescita dell’occupazione, mentre la disoccupazione è in calo

 

E' online il report di sintesi relativo al secondo trimestre 2019 curato dall'Agenzia regionale per il lavoro in collaborazione con ART-ER S. cons. p. a. 

La redazione del report è stata ultimata il 12 settembre 2019.

I dati rilasciati il 12 settembre da ISTAT evidenziano che nel secondo trimestre 2019 il tasso di occupazione regionale (15-64 anni) è salito al 71,3%, in crescita rispetto ad un anno prima (quando era stimato al 70,5%), il valore più alto in ambito nazionale. Il tasso di occupazione maschile è stimato al 77,6% (+0,5 punti percentuali rispetto al II trimestre 2018), mentre quello femminile è pari al 65,0% (+1,0 punti percentuali). Tra aprile e giugno 2019 il tasso di occupazione è cresciuto anche in Italia (al 59,4%, +0,3 punti percentuali rispetto al medesimo periodo del 2018) e nel Nord Est (al 69,4%, +0,8 punti percentuali).

Gli occupati regionali sono stimati nel trimestre in circa 2.056,6 mila persone, con un incremento di +1,3% rispetto al secondo trimestre 2018 (+25,4 mila occupati), variazione superiore al Nord-Est (+1,1%) e alla media nazionale (+0,3%). La crescita dell’occupazione ha interessato sia il lavoro dipendente (+21,6 mila occupati, +1,4%), sia quello indipendente (+3,8 mila occupati, +0,9%). A livello di genere, gli occupati uomini sono cresciuti di 14,1 mila unità (+1,3%), mentre le donne di 11,3 mila unità (+1,2%).

Rispetto al secondo trimestre 2015, il tasso di occupazione regionale è cresciuto di 4,4 punti percentuali, dal 66,9% al 71,3%, mentre gli occupati sono aumentati di 135,1 mila unità circa (+7,0%).

Nella media degli ultimi quattro trimestri, tra luglio 2018 e giugno 2019, il tasso di occupazione si colloca attorno al 70,2%, in crescita di 1,2 punti percentuali rispetto alla media del periodo luglio 2017-giugno 2018 (69,0%).

Il tasso di disoccupazione nel trimestre di riferimento è pari al 4,8%, in calo di 1,1 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2018 (quando era stimato al 5,9%). A livello regionale un dato inferiore lo si rileva unicamente in Trentino-Alto Adige (4,4%). Tra le altre regioni si segnala il Veneto, con un tasso pari al 5,6%, e la Lombardia, con il 5,1%. Tra aprile e giugno 2019 il tasso di disoccupazione si è ridotto anche in Italia (al 9,8%, -0,9 punti percentuali su base tendenziale) e nel Nord Est (al 5,2%, -0,5 punti percentuali). La contrazione del tasso di disoccupazione interessa sia la componente femminile (calato al 6,3%, 0,8 punti percentuali in meno rispetto al II trimestre 2018), sia quella maschile (stimato al 3,5%, -1,3 punti percentuali).

Nel trimestre le persone in cerca di lavoro sono stimate in regione in 103,8 mila, con una contrazione rispetto ad un anno prima di 22,5 mila persone (-17,8%). La contrazione dei disoccupati riguarda sia gli uomini (-14,8 mila, -26,3%) sia le donne (-7,7 mila, -11,0%).

Rispetto al II trimestre 2015, si registra un calo del tasso di disoccupazione regionale di 2,9 punti percentuali (era pari al 7,7%), con 56,1 mila persone in cerca di lavoro in meno (-35,1%).

Negli ultimi dodici mesi, tra luglio 2018 e giugno 2019, il tasso di disoccupazione regionale si colloca in Emilia-Romagna sul valore medio del 5,5%, in contrazione rispetto all’anno precedente (6,4% nella media luglio 2017-giugno 2018).

Per saperne di più

Il report (pdf, 719.6 KB)

I rapporti sul mercato del lavoro

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/09/16 10:35:00 GMT+1 ultima modifica 2019-09-16T10:39:05+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina