Seguici su

Centri per l’impiego di Ferrara

Modalità di assunzione

Ai fini dell'adempimento dell'obbligo previsto dalla L.68/99, i datori di lavoro privati assumono con richiesta nominativa di avviamento, anche mediante la stipula di convenzioni di cui all'art.11.

La richiesta nominativa può essere preceduta dalla richiesta agli uffici competenti di effettuare la preselezione di lavoratori disabili iscritti al collocamento mirato.

Nel caso di mancata assunzione nominativa entro 60 giorni dal momento in cui sorge l'obbligo di assunzione di lavoratori disabili, i lavoratori possono essere avviati numericamente dal Servizio, anche previa chiamata con avviso pubblico, ora disciplinata con Determina Dirigenziale n. 269 del 12/03/2019

 

I datori di lavoro pubblici assumono:

  • mediante avviamenti numerici (D.Lgs. 165/01, art. 35, co. 2): tramite graduatoria c/o l'Ufficio territorialmente competente, previa verifica della compatibilità dell'invalidità con le mansioni da svolgere;
  • mediante concorso pubblico: in tal caso, i lavoratori disabili hanno diritto alla riserva dei posti disponibili, nei limiti della quota d'obbligo, fino al 50 % dei posti messi a bando;
  • mediante richiesta nominativa: mediante stipula di apposite convenzioni di inserimento lavorativo con il Collocamento mirato competente, come previsto dall'art. 11 della L.68/99; le convenzioni devono essere improntate a criteri di trasparenza delle procedure di selezione dei soggetti; per il coniuge superstite e per i figli del personale delle Forze Armate, delle Forze dell'Ordine, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e per il personale della Polizia Municipale deceduto nell'espletamento del servizio, nonché per le vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, le assunzioni avvengono per chiamata diretta nominativa.

     

Avviamento numerico tramite chiamata con avviso pubblico (Aste L. 68/99)

Dopo l’intervento riformatore operato dal D.Lgs. n. 151/2015, gli avviamenti d’ufficio sono stati ridisciplinati dall’ARL, in modo uniforme su tutto il territorio regionale, con la Determinazione dirigenziale n. 269/2019.
Sono previste, nel corso dell’anno solare e per ciascuno degli ambiti territoriali di competenza dell’Agenzia Regionale, un numero minimo di 2 edizioni di “Chiamata Pubblica”, nelle quali saranno pubblicizzate le offerte di lavoro relative alle aziende private. Per le richieste di avviamento a selezione provenienti dalle Pubbliche Amministrazioni è garantita la pubblicazione della “Chiamata” entro 90 giorni dal ricevimento della richiesta.

L’Avviso Pubblico contenente l’elenco delle offerte disponibili per ciascuna “Chiamata” è approvato con atto del Dirigente competente e le offerte di lavoro sono poste in pubblicazione per 10 giorni lavorativi, decorrenti dal terzo lunedì del mese.

Per ogni offerta di lavoro saranno rese pubbliche, oltre alla denominazione dell’azienda/ente, le seguenti informazioni:
- attività dell’azienda/ente;
- sede di lavoro;
- mansioni e professionalità richieste (anche desunte da questionari aziendali appositamente compilati);
- eventuali altre informazioni aggiuntive come: requisiti specifici di accesso, presenza di barriere architettoniche, etc. (anche desunte da questionari aziendali appositamente compilati).

Istruzioni per aderire

Possono candidarsi alle offerte pubblicizzate tutti gli iscritti negli elenchi di cui alla L.68/99 (disabili di cui all’art. 1 e altre categorie protette di cui all’art. 18, co.2) tenuti dall’Ufficio collocamento mirato dell’ambito provinciale interessato, purché l’iscrizione sia antecedente al primo giorno di pubblicazione dell’offerta e di raccolta delle candidature.
Non sono, pertanto, accettate candidature di soggetti iscritti contestualmente e successivamente alla data di pubblicazione dell’offerta. Ciascun iscritto può aderire esclusivamente ad offerte riservate alla propria categoria.
È possibile per ciascun iscritto candidarsi a più offerte di lavoro per un massimo di 3 (ad eccezione delle offerte di lavoro nella pubblica amministrazione) purché riservate alla propria categoria e purché in possesso dei requisiti specifici richiesti dalla singola offerta.
Ai sensi dell’art. 9, comma 4, della L. 68/99, non possono essere ammesse le candidature dei disabili psichici, in quanto avviabili, per esplicita previsione legislativa, solo su richiesta nominativa e mediante convenzione.
Non sono altresì ammesse le candidature di coloro che non sono in possesso della “Relazione Conclusiva” dell’accertamento sanitario predisposto ai sensi del DPCM 13 gennaio 2000 per la definizione della Diagnosi Funzionale, in corso di validità.

Il modulo di candidatura verrà reso disponibile ad ogni richiesta di avviamento numerico e dovrà essere consegnato personalmente o a mezzo PEC dall’interessato unitamente alla copia di un documento di identità entro la data di scadenza della chiamata all’Ufficio Collocamento Mirato o ad un Centro per l’Impiego dell’ambito territoriale interessato.
In casi eccezionali di particolare gravità, sarà ammessa la presentazione della candidatura a mezzo delega.
Al modulo di candidatura andrà allegata, a pena di non ammissione, se non già presente agli atti dell’Ufficio per il collocamento mirato, la “Relazione Conclusiva” dell’accertamento sanitario predisposto ai sensi del DPCM 13 gennaio 2000 per la definizione della Diagnosi Funzionale.
Sulla base delle candidature pervenute, successivamente ad un controllo dei requisiti, saranno formulate graduatorie specifiche per ogni singola offerta, utilizzando gli elementi (reddito, percentuale di invalidità, carico familiare e anzianità di iscrizione) e il calcolo dei punteggi così come riportati nell’allegato A) della Deliberazione della Giunta Regionale dell’Emilia Romagna n. 1965/2006.

Gli avviamenti saranno effettuati in ordine di graduatoria relativa ad ogni singola offerta, tenuto conto - per i soggetti disabili - della valutazione di compatibilità espressa dal Comitato Tecnico in ordine alle condizioni personali del soggetto desunte dalla scheda di Diagnosi Funzionale, nonché dalle sue capacità professionali e dalle conoscenze necessarie individuate e dichiarate dal datore di lavoro nella descrizione delle offerte di lavoro pubblicate. Gli avviamenti sono disposti in via ordinaria a tempo indeterminato, salvo diversi accordi tra le parti.

I procedimenti di “Chiamata con Avviso Pubblico” si concludono (fatta salva la facoltà di differire il termine conclusivo, come previsto dalla normativa vigente in materia) entro 180 gg. con l’approvazione delle graduatorie. Le stesse, secondo quanto previsto dalla DGR 1965/06, potranno essere utilizzate nel termine di 6 mesi dall’approvazione, per la sostituzione di soggetti avviati e non assunti o per i quali sia intervenuta la risoluzione del rapporto di lavoro.

 

Aste e graduatorie avviamento numerico

 

Richiesta nominativa

L’azienda può provvedere all’assunzione di un qualsiasi lavoratore che abbia diritto all’applicazione della legge sull’inserimento dei disabili.
Per agevolare questa scelta l’Ufficio, a richiesta dell'azienda, provvede all’incrocio domanda/offerta di lavoro e fornisce all’azienda una rosa di nomi di lavoratori che possono ricoprire il posto di lavoro individuato.
Spetta poi all’azienda scegliere nominativamente la persona che meglio corrisponde alle sue esigenze.
Affinché risulti, anche in futuro, che l'azienda ha adempiuto all'obbligo di assunzione di disabili in base alla Legge 68/99, su richiesta della stessa e prima dell'instaurazione del rapporto di lavoro, l’Ufficio rilascia il nulla osta, previa verifica dell'iscrizione del lavoratore negli elenchi della legge 68/99.

Nei casi previsti dalla legge, l'obbligo può essere assolto anche mediante il computo nella quota di riserva di lavoratori dipendenti con riduzione della capacità lavorativa pari o superiore al 60%

Per facilitare l’inserimento del lavoratore, si possono predisporre azioni di sostegno dell’inserimento lavorativo, quali progetti personalizzati concordati anche con i Servizi sociali o altri servizi che seguono il disabile, attività di tutoraggio e di verifica degli inserimenti.

Modelli per la richiesta nominativa

 

Per saperne di più

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/08/03 11:55:00 GMT+2 ultima modifica 2020-03-11T15:20:51+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina