Centri per l’impiego di Ferrara

Elenchi cancellati - Perdita dello stato di disoccupazione per mancata presentazione ai Centri per l’Impiego

Perdita dello stato di disoccupazione per mancata presentazione ai Centri per l’Impiego della Provincia di Ferrara ai colloqui previsti dal D.Lgs. 150/2015

Periodicamente il Centro per l’impiego procede ad applicare le sanzioni previste dal D. Lgs 150/2015, facendo perdere lo stato di disoccupazione alle persone che non si presentano alle convocazioni stabilite con il Centro per l’impiego competente (colloqui di orientamento, colloqui di conferma periodica, convocazione a seminari, colloqui di Garanzia Giovani, ecc).

Nel caso in cui la persona si trovi nelle condizioni di non poter rispettare un appuntamento, o una scadenza relativa alla convocazione, deve darne immediata comunicazione (entro il giorno dell’appuntamento) e fissare un nuovo appuntamento e se ciò non fosse  immediatamente possibile ha l’onere di richiamare in tempi rapidi (di norma entro un mese) per fissare un nuovo appuntamento. Contrariamente perderà lo stato di disoccupazione.
La procedura di cancellazione viene effettuata su base mensile; si precisa però che, data la complessità dei controlli necessari per la redazione degli elenchi delle persone che perderanno lo stato di disoccupazione, dal momento della mancata presentazione al Centro per l’Impiego alla reale ed effettiva perdita dello stato di disoccupazione, può passare un periodo di tempo variabile (in media due/tre mesi).
Ad esempio: le persone che non si presentano nel mese di gennaio perderanno, di norma, lo stato di disoccupazione tra marzo e aprile.  
Si può richiedere, di norma, nei  dieci giorni successivi la pubblicazione degli atti di cancellazione il ripristino dell’iscrizione negli elenchi purchè debitamente motivato. La normativa vigente, infatti, prevede che la mancata presentazione alla convocazione del servizio (es.:per un colloquio, un seminario, per l’effettuazione o il rinnovo del patto di servizi) non comporti la perdita dello stato di disoccupazione esclusivamente ove sia giustificata da malattia, infortunio, servizio di leva o richiamo alle armi, servizio civile ovvero altri casi di limitazione per legge della mobilità personale. Costituisce altresì giustificato motivo di mancata presentazione alla convocazione lo stato di gravidanza, limitatamente ai periodi di astensione obbligatoria. Le ipotesi che costituiscono giustificato motivo di mancata presentazione alla convocazione devono essere tempestivamente ed adeguatamente motivate e/o documentate.

Inoltre, il Centro per l’Impiego, periodicamente, effettua monitoraggi nella Banca Dati SILER, al fine di verificare la sussistenza dei requisiti per il mantenimento dello stato di disoccupazione e procede, di conseguenza, a far decadere dallo stato di disoccupazione le persone che non sono più in possesso di tali requisiti (ad es: mancato rinnovo del Patto di servizio, mancata stipula del Patto di servizio, ecc).

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/08/31 11:23:57 GMT+1 ultima modifica 2018-08-31T13:23:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina