Seguici su

Centri per l'impiego di Forlì-Cesena

Reddito di emergenza: domande dal 7 al 30 aprile 2021

Il bonus Inps per le persone in difficoltà, che prevede un sostegno economico tra 400 e 800 euro al mese, è stato rinnovato per ulteriori 3 mensilità grazie al nuovo decreto Sostegni, con un aumento dei beneficiari e dell’importo

La misura, già rinnovata dal Decreto Ristori, è concessa per altre tre mensilità, vale a dire per i mesi di marzo, aprile e maggio 2021. Il provvedimento legislativo ha esteso l’agevolazione anche ai disoccupati che hanno terminato, tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021, la Naspi o la Dis-coll e non godono di altri strumenti.

Il Reddito emergenza (abbreviato con REM) è una forma di sostegno al reddito introdotta per aiutare i cittadini più in difficoltà che non accedono ad altri aiuti, quali il Reddito di Cittadinanza Si tratta di un contributo economico, di importo compreso tra 400 e 800 euro al mese, variabile in base alla composizione del nucleo familiare.

Per richiedere il Reddito emergenza occorre possedere i seguenti requisiti generali:

  • il richiedente deve avere residenza in Italia;
  • valore del reddito familiare nel mese di febbraio 2021 inferiore all’ammontare del beneficio;
  • valore del patrimonio mobiliare familiare, riferito all’anno precedente, inferiore a 10.000 euro, accresciuto di 5.000 euro per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di 20.000 euro, incrementato di altri 5.000 euro se nel nucleo familiare è presente un componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza;
  • valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) inferiore a 15.000 euro;
  • nessun componente del nucleo familiare deve percepire o aver percepito una delle indennità di cui all’articolo 10 del decreto-legge 22 marzo 2021. n. 41;
  • non essere detenuti o ricoverati in istituti di cura di lunga degenza o altre strutture residenziali a totale carico dello Stato o di altra amministrazione pubblica;
  • non essere titolari di pensione diretta o indiretta, ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità;
  • non essere titolari di un rapporto di lavoro dipendente con retribuzione lorda superiore all’importo del Rem.

I requisiti economici sono relativi al nucleo familiare individuato dalla Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) ai fini dell’ISEE valida al momento della presentazione della domanda di Rem.

Il Reddito di emergenza non è compatibile con altre indennità Covid, pensioni, alcuni redditi da lavoro e Pensione/Reddito di cittadinanza. Dunque non possono richiedere il Reddito di emergenza:

  1. percettori del Reddito di cittadinanza e della Pensione di cittadinanza;
  2. beneficiari del bonus stagionali turismo spettacolo e del bonus collaboratori sportivi introdotti dal decreto Sostegni;
  3. titolari di pensione diretta o indiretta, ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità;
  4. titolari di un contratto di lavoro subordinato, ad esclusione del contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità;
  5. titolari di un contratto di collaborazione coordinata e continuativa;
  6. lavoratori con retribuzione lorda complessiva superiore alla soglia massima di reddito familiare per richiedere il Rem.

Nessun membro del nucleo familiare deve trovarsi nelle condizioni di incompatibilità.

La richiesta Rem va presentata esclusivamente in via telematica, tramite il sito web dell’Inps, a partire dal 7 aprile 2021 e fino al 30 Aprile 2021. In alternativa è possibile rivolgersi a Patronati e CAF che offrono supporto gratuito ai cittadini per richiedere il Rem usufruendo sempre del modulo domanda online sul sito Inps

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/04/07 08:56:36 GMT+2 ultima modifica 2021-04-07T08:56:36+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina