Seguici su

Online la nota di sintesi sul mercato del lavoro regionale

I dati sono riferiti ai primi 8 mesi del 2021

L’aggiornamento dei dati al 31 agosto 2021 conferma che in Emilia-Romagna, nei primi otto mesi dell’anno, le assunzioni  hanno registrato una crescita significativa unicamente nel mese di maggio (del 21,6% rispetto al mese di aprile).

Nei mesi di giugno e luglio le assunzioni si sono presentate in calo congiunturale (del 3,2% e del 5,6% rispettivamente), e sono aumentate solo dello 0,7% ad agosto con la conseguente «crescita zero» delle posizioni dipendenti nel mese (una perdita di 674 unità, poco significativa dal punto di vista statistico).

Nel periodo gennaio-agosto 2021 le posizioni dipendenti sono cresciute pertanto solo di 16.895 unità (dato destagionalizzato). 

La variazione congiunturale delle posizioni dipendenti nel mese di agosto 2021 (-674 unità) si presenta come la sintesi di 1.595 posizioni in meno in agricoltura, silvicoltura e pesca e 295 nelle altre attività dei servizi e di 629 posizioni in più nel commercio, alberghi e ristoranti, 406 nell’industria in senso stretto e 181 nelle costruzioni. La crescita del lavoro dipendente nei primi otto mesi dell’anno resta concentrata nel terziario commerciale e nelle attività manifatturiere.

 Nel mese di agosto 2021 le assunzioni si attestano al 97,0% rispetto al livello anteriore allo scoppio della pandemia (febbraio 2020): le attivazioni dei rapporti di lavoro nei servizi si attestano infatti al 101,6% del livello registrato a febbraio 2020, al 105,7% nell’industria ma in agricoltura tale rapporto resta attualmente al 68,2%.

Per approfondire

La nota di sintesi sul mercato del lavoro regionale, gennaio - agosto 2021 (pptx2.27 MB)

Osservatorio del mercato del lavoro

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/11/24 16:08:33 GMT+1 ultima modifica 2021-11-24T16:08:33+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina