Informativa privacy SARE

Informativa per il trattamento dei dati personali ai sensi dell’art 13 del Regolamento europeo n. 679/2016 per gli utenti che usufruiscono del servizio SARE: datori di lavoro pubblici e privati o soggetti da essi abilitati (L.R. 17/2005)

1. Premessa
Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679, c.d. GDPR, relativo alla protezione delle persone fisiche per quanto riguarda il trattamento dei dati personali, l’Agenzia regionale per il lavoro della Regione Emilia-Romagna (di seguito anche ARL), in qualità di “Titolare” del trattamento, è tenuta a fornirle informazioni in merito all’utilizzo dei suoi dati personali.

2. Identità e dati di contatto del titolare del trattamento
Il Titolare del trattamento dei dati personali di cui alla presente Informativa è l’ARL, con sede in Bologna, Viale Aldo Moro n. 38, cap. 40127. Il rappresentante legale dell’agenzia è il direttore. I dati di contatto sono: PEC: arlavoro@postacert.emilia-romagna.it
Inoltre, al fine di semplificare le modalità di inoltro e ridurre i tempi per il riscontro di eventuali richieste in materia di privacy, si segnala inoltre che l’ARL è contattabile tramite la seguente e-mail arlavoro@regione.emilia-romagna.it.

3. Il Responsabile della protezione dei dati personali – Data protection officer (DPO)
Il Responsabile della protezione dei dati designato dall’ARL è contattabile ai seguenti recapiti: mail: dpo@regione.emilia-romagna.it PEC: dpo@postacert.regione-emilia.it o presso la sede della Regione Emilia-Romagna di Viale Aldo Moro n. 30, 40127 Bologna (Italia).

4. Responsabili del trattamento
L’ARL può avvalersi di soggetti terzi per l’espletamento di attività e relativi trattamenti di dati personali di cui mantiene la titolarità.
Conformemente a quanto stabilito dalla normativa, tali soggetti assicurano livelli esperienza, capacità e affidabilità tali da garantire il rispetto delle vigenti disposizioni in materia di trattamento, ivi compreso il profilo della sicurezza dei dati.

L’ARL formalizza istruzioni, compiti ed oneri in capo a tali soggetti terzi con la designazione degli stessi a "Responsabili del trattamento", inoltre sottopone tali soggetti a verifiche periodiche al fine di constatare il mantenimento dei livelli di garanzia registrati in occasione dell’affidamento dell’incarico iniziale.

5. Soggetti autorizzati al trattamento
I Suoi dati personali sono trattati da personale interno previamente autorizzato, a cui sono impartite idonee istruzioni in ordine a misure, accorgimenti, modus operandi, tutti volti alla concreta tutela dei suoi dati personali.

6. Base giuridica del trattamento
Il trattamento dei suoi dati personali viene effettuato dall’ARL per lo svolgimento di funzioni istituzionali e, pertanto, ai sensi dell’art. 6 comma 1 lett. e) del GDPR (liceità del trattamento) non necessita del suo consenso. I dati personali sono inoltre trattati per le finalità illustrate nella lettera c) sempre art. 6 del GDPR.
Nello specifico, i suoi dati personali vengono trattati sulla base di quanto stabilito dal:

  • Art. 9 bis, DL n. 510/1996, convertito con L. n. 608/1996 (assunzione), Art. 21, L. n. 264/1949 (cessazione) e Art. 4 bis, d. lgs. n. 181/2000 (trasformazione o variazione) e dal Decreto Interministeriale del 30 Ottobre 2007, GU Serie generale n. 299/2007, che ha reso obbligatorio l’invio delle comunicazioni per via telematica in attuazione di quanto previsto dalla Legge Finanziaria 2007 - L. 296/06;
  • L. 68/1999 al fine di inviare telematicamente i prospetti informativi periodici relativi agli obblighi di collocamento mirato di persone con disabilità;
  • L.R. 17/2005 art. 38 co.2 recante “semplificazione degli adempimenti amministrativi in capo ai cittadini ed alle imprese, anche attraverso l'unificazione degli obblighi di comunicazione inerenti i rapporti di lavoro e l'utilizzo di sistemi telematici”;
  • L.R. 17/2005 art. 24 co 7 e co 9 recanti il dover adempiere alle comunicazioni obbligatorie anche da parte dei datori di lavoro ospitanti tirocinio, nonché del soggetto promotore della convenzione e del progetto formativo di tirocinio.

Il trattamento di raccolta dei suoi dati personali viene effettuato registrando i dati da lei stesso forniti in qualità di interessato direttamente all’ARL o ad altri soggetti pubblici o privati che li comunicano ad ARL in base a disposizioni comunitarie, norme di legge o regolamento o contratto.

7. Finalità del trattamento
I dati personali sono trattati per le seguenti finalità:
7.1) realizzare servizi e misure nei confronti dei datori di lavoro pubblici e privati o soggetti da essi abilitati come definiti dalla normativa nazionale e regionale e in particolare:
    A.    per l’invio al Ministero del Lavoro delle Comunicazioni relative ad assunzioni, trasformazioni, cessazioni e variazioni di rapporti di lavoro.
    B.    Per gestire i prospetti informativi periodici relativi agli obblighi di cui alla L. 68/1999
7.2) svolgere e promuovere analisi qualitative e quantitative delle tendenze e dei fenomeni relativi al mercato del lavoro;
7.3) realizzare attività di verifica e controllo previste dalle normative vigenti in materia, anche in raccordo con altri soggetti pubblici competenti per materia;
7.4) realizzare indagini dirette a verificare il grado di soddisfazione degli utenti sui servizi offerti o richiesti;
7.5) per scopi storici e statistici anche per favorire l’analisi e il miglioramento delle attività e dei servizi di orientamento al lavoro e osservatorio del mercato del lavoro.
Per garantire l'efficienza del servizio, la informiamo inoltre che i dati potrebbero essere utilizzati per effettuare prove tecniche e di verifica.

8. Modalità di trattamento dei dati
In relazione alle finalità descritte, il trattamento dei dati personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e anche attraverso l’utilizzo di piattaforme telematiche a distanza con logiche strettamente correlate alle finalità sopra evidenziate e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi. Nello specifico, nel caso di utilizzo di piattaforme telematiche, i sistemi utilizzati sono dotati, in conformità al Capo IV del Regolamento (UE) 2016/679, di misure di sicurezza atte a prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

9. Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza
I suoi dati personali saranno conosciuti esclusivamente dagli operatori dell’ARL individuati quali Incaricati del trattamento. Nell’ambito dei fini istituzionali dell’Agenzia, i dati possono essere comunicati a soggetti pubblici o privati per cui la comunicazione è prevista obbligatoriamente da disposizioni comunitarie, norme di legge o regolamento o contratto.

Per le finalità indicate al paragrafo 7 (Finalità del trattamento), i dati personali possono essere comunicati al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, all’ANPAL, a Regioni o Provincie Autonome, altre Agenzie regionali per il lavoro dislocate sul territorio italiano, all’INPS, INAIL, all’Ispettorato Territoriale del Lavoro, Prefettura-UTG, a soggetti privati accreditati ai servizi per il lavoro, Autorità di gestione e controllo delle attività finanziate con fondi pubblici.
Sempre per le finalità previste al paragrafo 7 possono venire a conoscenza dei dati personali società terze fornitrici di servizi per l’ARL, previa designazione in qualità di Responsabili del trattamento e garantendo il medesimo livello di protezione.

10. Diritti dell'Interessato
Nella sua qualità di interessato, Lei ha diritto:
•    di accesso ai dati personali;
•    di ottenere la rettifica o la cancellazione degli stessi (c.d. oblio) o la limitazione del trattamento che lo riguardano;
•    di opporsi al trattamento;
•    di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali
•    diritto di revocare il consenso in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca.

In merito all’esercizio di tali diritti, l’Interessato può rivolgersi al titolare del trattamento.
Inoltre, essendo il trattamento posto in essere dal titolare necessario per l’esecuzione di un compito di interesse pubblico o connesso all’esercizio di pubblici poteri di cui è investito il titolare, non è esercitabile il diritto alla portabilità, ex art. 6 co. 1 lettera f GDPR.

La informiamo, infine, che la normativa in materia di protezione dei dati personali conferisce agli Interessati la possibilità di esercitare specifici diritti, in base a quanto indicato GDPR - Regolamento europeo 2016/679, che qui si riporta in sintesi:
L’interessato ha diritto che tutti i trattamenti saranno improntati ai principi previsti dal GDPR, con particolare riguardo alla liceità, correttezza e trasparenza dei trattamenti, all’utilizzo dei dati per finalità determinate, esplicite, legittime, in modo pertinente rispetto al trattamento, rispettando i principi di minimizzazione dei dati, esattezza, limitazione della conservazione, integrità e riservatezza, responsabilizzazione (ex art. 5 del regolamento).

11. Periodo di conservazione
L’attribuzione alle diverse tipologie documentarie analogiche e digitali dei differenti tempi di conservazione risponde a distinti obblighi di conservazione fiscale, amministrativa, tributaria o a interessi storico-culturali.

Si segnala che i dati personali saranno conservati dall’Agenzia regionale per il lavoro dell’Emilia-Romagna, conformemente ai principi di cui all’art. 5 Regolamento (UE) 2016/679, per un arco di tempo non superiore al conseguimento delle finalità per cui sono stati raccolti e con specifico riguardo al principio di limitazione della conservazione di cui all’art. 5, lett. e), Regolamento (UE) 2016/679. A tal fine, anche mediante controlli periodici, viene verificata costantemente la stretta pertinenza, non eccedenza e indispensabilità dei dati rispetto al rapporto, alla prestazione richiesta, da svolgere o svolta.

I dati che, anche a seguito delle verifiche, risultano eccedenti o non pertinenti o non indispensabili non sono utilizzati, salvo che per l'eventuale conservazione, a norma di legge, dell'atto o del documento che li contiene.

12. Trasferimento dei dati personali a Paesi extra UE
I suoi dati personali non sono trasferiti al di fuori dell’Unione europea.

13. Conferimento dei dati
Il conferimento dei Suoi dati è necessario per le finalità sopra indicate; in difetto l’ARL non potrà darvi corso. L’eventuale rifiuto comporta quindi l’impossibilità di svolgere le operazioni necessarie allo svolgimento del servizio o attività.

Azioni sul documento

ultima modifica 2022-12-15T10:11:22+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina