Chiamate con Avviso Pubblico per persone disabili e persone iscritte negli elenchi della L. 68/99. Nuovi requisiti e nuove modalità di partecipazione

Sarà possibile candidarsi esclusivamente tramite apposita piattaforma telematica. Gli avvisi pubblici saranno aperti dal 24 giugno.

Cambiano le modalità di partecipazione e i requisiti richiesti per candidarsi alle chiamate con avviso pubblico per l’inserimento lavorativo in Pubbliche Amministrazioni e aziende private di persone disabili e altre categorie protette (L. 68/99).

Con l’obiettivo di proseguire nel percorso di semplificazione amministrativa e di valorizzazione delle tecnologie, infatti, l’Agenzia regionale per il lavoro dell’Emilia-Romagna ha predisposto una piattaforma, accessibile esclusivamente con SPID, Carta d’identità elettronica (Cie) o Carta nazionale dei servizi (Cns), sulla quale sarà possibile presentare la propria candidatura.

Le persone idonee saranno individuate sulla base di graduatorie che, come stabiliscono le nuove indicazioni della Regione Emilia-Romagna contenute nella Determinazione del Direttore dell’Agenzia Regionale n. 2213/2023, saranno calcolate utilizzando i seguenti parametri:

  • Percentuale di invalidità civile o invalidità del lavoro: assegnazione di un punteggio pari alla percentuale di invalidità;
  • Anzianità di iscrizione negli elenchi del collocamento mirato: attribuzione di 2 punti per ogni mese di anzianità, fino ad un massimo di 72 punti per 3 anni di anzianità. Nel caso la persona abbia più di 36 mesi di anzianità di iscrizione negli elenchi della L. 68/99, è riconosciuto sempre un punteggio pari a 72;
  • Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE): ai/alle candidati/e con ISEE pari a zero viene attribuito un punteggio di 25 punti, diminuito di 0,5 punti ogni 500,00 euro di ISEE fino ad una riduzione massima di 25 punti. È onere del lavoratore/della lavoratrice presentare in sede di candidatura il dato ISEE più recente in corso di validità (che va previamente richiesto ad INPS, Comuni, CAF od altre strutture abilitate). A coloro che non presentano un ISEE in corso di validità non è assegnato alcun punteggio per tale specifica voce.

In caso di parità, i candidati sono collocati in graduatoria secondo la maggiore anzianità di iscrizione. Si precisa che questa verrà calcolata in relazione alla data di scadenza dell’Avviso. In caso di ulteriore parità, precede il più giovane d’età.

Alle persone con minorazioni visive i punteggi assegnati in relazione al parametro “percentuale di invalidità” sono i seguenti:

  • ciechi totali ai sensi dell’art. 2 L. 138 /2001: 100 punti;
  • ciechi parziali ai sensi dell’art. 3 L. 138/2001: 80 punti.

Alle persone affette da sordità definita dalla L. 381 /1970 come modificata dalla L.95/2006 sono assegnati 80 punti.

Per approfondire

Le offerte di lavoro per avviamenti numerici presso pubbliche amministrazioni e aziende private

Azioni sul documento

ultima modifica 2024-06-14T14:25:08+02:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina